Chi è “Balverino”?

Salve a tutti,

Allora il mio nome da Blogger è Balverino e desidero dare a tutti voi una brevissima introduzione al mio personaggio e a questo blog.

Net-juu no Susume

Non facciamola troppo lunga: gli Anime li ho vissuti come ogni buon italiano nato nei primi anni ’90 con i “Pokémon” su “Italia 1” e da lì “Dragon Ball” e compagnia bella, la passione vera e propria si è scatenata poi in tutta la su follia durante il mio ventesimo anno di età con la visione di “Sword Art Online”. Adesso di anni ne ho 27 ed ho collezionato 600 opere sviluppando quello che è il mio personalissimo gusto. Non giusto, non sbagliato, personale.

Lo scopo del Blog è semplice: gli anime per me non sono ne una passione, ne ossessione; molto più semplicemente sono la mia ragione di vita e necessito di qualcuno con cui parlarne, in sunto uno sfogo vero e proprio. Ci provai già collaborando gratuitamente con alcuni forum specializzati come il “NIT” (“Naruto Italian Team” oggi diventato l'”AnimeHero Forum“; ancora oggi sono presenti miei articoli sotto lo pseuodonimo di AnimeFanatic) ma desideravo qualcosa di mio e quindi eccomi qua. Non solo, se vi è qualcosa che ho sempre odiato è la ricerca spasmodica in internet, causa carenza di info, per riuscire a cavare qualche ragno dal buco nel momento stesso in cui vado a cercare di reperire spiegazioni semplici per fare chiarezza su anime particolarmente complessi. In questo blog trasparenza narrativa e completezza sono le parole d’ordine: avete bisogno di elucubrare su un particolare universo narrativo ma non riuscite a trovare spunti ordinati e ben definiti da cui partire? Bene, qui lo avrete. Ma non mi fermo neanche in questo punto: universi narrativi, collegamenti filosofici e psicologici, paragoni, confronti visivi e chi più ne ha più ne metta; qui vi togliete ogni dubbio. Nel caso in cui quest’ultimo pensiero ti stesse particolarmente a cuore ne parlo più nel dettaglio all’interno di questo articolo.

La strutturiamo in questo modo: rendiamole facile; un articolo il più spesso possibile e posts su Facebook ed Instagram inerenti lo stesso. Su Facebook ci mettiamo anche il videocommento di quanto ho scritto così da approfondire e su Instagram qualche foto carina a tema anime e piccole registrazioni d’impulso per chiudere il cerchio. Per tenervi aggiornati sugl’articoli in uscita farò in modo di postare una storia prima e dopo ogni scrittura, cosicchè possiate organizzarvi al meglio per la fruizione del tutto.

Ho abilitato le opzioni in modo tale che possiate commentare anche senza iscrivervi, quindi potete esprimere la vostra anche se siete solo di passaggio. I commenti vengono approvati in automatico senza che siano moderati, sono per la libera espressione, infatti non cancellerò mai nessun commento ed ho anche inibito il plug in per la cancellazione automatica dopo tot. giorni.

Per me oggi inizia un percorso… insieme a voi“.

Ciò non dimeno non voglio dirvi cazzate: la passione esiste ed palpabile tanto è intensa, ma come ogni cosa che raggiunge certi livelli si punta a farla diventare una professione. Se io riuscissi a rendere quello che scrivo il mezzo con cui mangio sarei la persona più realizzata della terra, di conseguenza nel non mentirvi dichiaro che anche questa è una base sul quale voglio edificare uno spazio mio che comunque è dedicato a chi mi seguirà. Io adoro essere esperto in questo campo ed esprimere opinioni sul tale, non solo, a costo di sembrare arrogante la mia ambizione risulta tutt’altra: la struttura che avete sotto gl’occhi deve diventare il principale punto di riferimento per la cultura anime in Italia per espanderla, diamine vorrei poter andare in radio e tv in modo da dichiararlo con fierezza una volta riuscitoci.

Siete Intrigati?

Se le mie parole vi hanno scosso allora sostenetemi: diventate miei follower sul Blog, Condvidete gli Articoli, Iscrivetevi su Facebook e Instagram e lasciate Like ovunque possiate farlo. Inoltre date un’occhiata a progetto in parallelo “Anime Watcher Coach“.

Questo è il mio sogno… e voi… siete la mia elitè! Voi siete i miei Fantici!”