Psicologia dei Personaggi degli Anime I :

Near di “Death Note”.

Oggi iniziamo con una nuova rubrica, in questo articolo andremo ad analizzare uno dei due successori di Elle per poi continuare nei futuri scritti con altri nostri beniamini.

Near che gioca con dei pupazzetti

Descrizione del personaggio.

Near è un ragazzo minuto con pelle pallida e capelli bianchi, caratteristiche fisiche che ben si sposano con le sue iridi di color grigio. A questo proposito, anche se mai confermato ne da Oba ne da Obata, Near risulta essere affetto da Albinismo ed uno degli spunti di riflessione che ci conduce in tale direzione è il fatto che non lo abbiamo mai visto esporsi alla luce solare preferendo di gran lunga agire all’interno della sua base operativa. Nei One-Shots riguardanti Cheap Kira e Minoru Tanaka vediamo un Near molto cresciuto ma immediatamente riconoscibile nella sua visione di insieme, poichè i cambiamenti fisici riguardano solo l’altezza e la conformazione del busto. Sviluppandosi ha smesso di essere mingherlino ed è diventato un ragazzo di giusta costituzione con un’altezza nella media.

Near cresciuto

Analisi caratteriale e psicologica del personaggio.

Near il cui vero nome è Nate River e il cui secondo pseudonimo è Enne risulta da subito arrogante e saccente oltre che sprezzante nei confronti del suo predecessore.

Quando lo vediamo per la prima volta ha 18 anni, un età nella quale i complessi di invincibilità sono frequenti e nel suo caso anche giustificati dal suo punto di vista; difatti nei test della Wabby’s House risultava sempre primo. Nel tempo si convinse di essere l’unico ad essere degno del ruolo di “nuovo detective migliore del mondo”; convinzione la sua affiancata da una profonda ammirazione per l’allora ancora non defunto Elle. Quando però Elle morì, di fatto perdendo nella sua personale sfida contro Kira, l’ammirazione che Near provava per lui si trasformò in disprezzo e certezza di essergli superiore; un disprezzo a conti fatti molto labile e quasi auto imposto, infatti nell’ammettere che per riuscire a concludere l’opera ereditata da Elle Mello ha avuto un ruolo fondamentale ritorna sui suoi passi ritrovandone la stima: ammettendo anche a se stesso che gli era inferiore per spirito d’iniziativa. In ogni caso il suo essere in questo limbo di amore ed odio per il suo mentore è ben rappresentato dal fatto che nonostante Near avesse subito un momentaneo sbandamento dai suoi pensieri originali, si facesse chiamare con lo pseudonimo di Enne nella stessa maniera in cui faceva Elle.

A differenza dei già sopracitati Mello ed Elle, Near ha interiorizzato in modo diverso il fatto di risultare orfano: nel suo caso si manifesta in cautela e freddo distacco che in seguito si vanno a concretizzare nell’essere manipolatorio e calcolatore, preferendo far agire gli alti e manovrando dall’ombra.

La caratteristica peculiare di N è il suo feticcio per i giocattoli, anche quando lavora gioca sempre ed è sempre circondato dagli stessi; non solo: usa anche i giocattoli come mezzo per una più facile comprensione delle situazioni ai suoi alleati. Questo potrebbe non significare nulla in quanto potrebbe avere solo una grande passione per i giocattoli, ma azzardando un’ ipotesi potremmo pensare si tratti di un tramite per la sua parte infantile dal quale non vuole staccarsi. Tralasciando gli aspetti positivi di questa cosa in una persona equilibrata, ciò risulta in un egoismo ed un arroganza ai fini della sua soddisfazione personale tipica di una persona poco matura.

Concludiamo dicendo che: anche dopo la sconfitta di Kira il carattere di Near non cambia, durante il caso di Cheap Kira non interviene neanche (ricordiamo che con il Death Note la gente MUORE!!); in quell’occasione ritenne la sfida troppo poco stimolante a causa del fatto che il tizio non era nemmeno paragonabile all’originale. Da questo si può denotare una cosa: Near il suo lavoro lo ha già fatto una volta e in quel caso doveva dimostrare di poter portare a compimento il compito affidatogli, adesso non gliene frega più niente. Ciò risulta ancora più evidente nel caso di Minoru Tanaka: quando Tanaka usò l’espediente dell’asta a livello mondiale per il nuovo Death Note regalatogli da Ryuk con conseguente vendita e compenso condiviso per tutti i correntisti della Yotsuba Bank tra i 18 e i sessant’anni; Near non solo se ne uscì con la stupidaggine che non si poteva fare niente per bloccare la vendita ed identificare il colpevole, quando in realtà qualcosa si poteva benissimo fare, ma quando andò nelle mani del governo americano non volle essere coinvolto ulteriormente nel caso per non andare contro il proprio paese. Anche in questo caso il tutto è riconducibile ad una forte mancanza di motivazione.

Near: “Penso che L non faccia quello che fa per i soldi o per un senso di giustizia, penso lo faccia perchè semplicemente gli piacciono i misteri, credo farò così anche io”.

Vi ricordo di: seguirmi su Facebook e su Instagram oltre che qui sul Blog. Ricondividete l’Articolo e lasciate Like ovunque lo possiate lasciare; commentate, aprite un dibattito ed interagite con me che rispondo a tutti.

Pubblicato da

Balverino

Ho iniziato a guardare seriamente anime da quando avevo vent'anni collezionando la visione di 600 opere circa e sviluppando un mio personalissimo gusto. La passione è diventata velocemente un'ossessione fino a degenerare nel fanatismo. Ho bisogno di condividerlo altrimenti straripa. Il progetto è quello di divenire il principale punto di riferimento nella cultura anime italiana per poterla espandere. Autodidatta in ambito di analisi tecniche e narrative, le mie visioni non sono hobby ma veri e propri studi; ciò in vero traspare non poco dal mio stile a tratti così peculiare da dover essere definito con un nuovo termine: "Ortodosso Unico".

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...